:

L’Agenzia delle Entrate dichiara possibile la detrazione 50% per il fotovoltaico

Una recente nota dell'Agenzia delle Entrate ha chiarito un importante aspetto relativo all'installazione di impianti fotovoltaici e alla possibilità di poter usufruire della detrazione fiscale prevista per gli interventi di ristrutturazione di edifici esistenti.

 

foto26

 

 

La precisazione ufficiale (nota Prot. 2012/137364) è arrivata in risposta al quesito posto da un portale Internet che si occupa di energia.

Il chiarimento si è reso necessario anche perché, fino ad ora, alcuni degli uffici dell'Agenzia diffusi sul territorio avevano interpretato in maniera diversa l'uno dall'altro la norma, per cui si è assistito a casi in cui alcuni cittadini sono riusciti ad accedere alle detrazioni per il fotovoltaico ed altri in cui ciò non è avvenuto. Serviva chiarezza e finalmente è arrivata.

L'Agenzia ha chiarito che tale tipo di interventi rientra in quelli di recupero del patrimonio edilizio esistente e pertanto può usufruire dell'incentivo fiscale del 36%, che fino al 30 giugno 2013 è innalzato al 50%. Resta ovviamente esclusa la realizzazione di impianti di tale tipo su edifici di nuova costruzione.

Infatti la Direzione Centrale Normative dell'Agenzia delle Entrate ha pubblicato lo scorso 2 aprile,la risoluzione n. 22/E, che, entrando nello specifico, stabilisce che per beneficiare della detrazione fiscale, attualmente al 50%, (D.L. n. 83 del 2012 e fino al 30 giugno 2013) l'installazione dell'impianto fotovoltaico deve essere direttamente al servizio dell'abitazione del contribuente, utilizzato, quindi, per fini domestici come ad esempio quelli di illuminazione o alimentazione di apparecchi elettrici.

 

Ne consegue che, solo nell'ambito privato, tutte le spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, i costi e l'installazione dei pannelli solari, fino a 20 kw di potenza nominale, possono beneficiare della detrazione IRPEF nella misura prevista dalla legge.

Detrazione 50% per pannelli fotovoltaici

L'installazione di impianti fotovoltaici non è compresa, però, tra gli interventi agevolabili per il miglioramento delle prestazioni energetiche con l'incentivo del 55%.
Tale tipo di impianti, infatti, non rientra tra gli interventi di efficientamento energetico previsti dalla normativa che disciplina questa detrazione, in cui sono annoverati solo i pannelli per il solare termico, utilizzati per la produzione di acqua calda sanitaria.
In poche parole il fotovoltaico non è considerato come un sistema in grado di far risparmiare energia elettrica, ma semplicemente come un impianto per produrla.

La detrazione per il fotovoltaico non è però cumulabile con gli incentivi del Conto Energia.
In pratica se si richiede l'incentivazione per l'intervento di installazione dell'impianto, non si potrà poi godere delle tariffe incentivanti previste dal Conto Energia per la produzione di energia elettrica.

Ogni utente, quindi, dovrà scegliere se usufruire delle tariffe incentivanti o delle detrazioni fiscali. Poco male, perchè attualmente, secondo il contatore del Gse, siamo ormai vicini al raggiungimento del tetto massimo di spesa stabilito dal Governo per il Quinto Conto Energia,

 

foto27

 

previsto dal decreto Ministeriale 5 luglio 2012, superato il quale non ci saranno più incentivi disponibili da erogare, con il rischio per molti richiedenti di rimanere esclusi.

Inoltre, in base ai calcoli effettuati da alcuni tecnici, anche di fronte alla possibilità di poter accedere agli incentivi, potrebbe risultare più conveniente per il contribuente usufruire, invece, delle detrazioni fiscali.
Anche perché recentemente la stessa Agenzia delle Entrate ha espresso parere sul fatto che le tariffe omnicomprensive del quindi Conto Energia possono essere considerate quale reddito da tassare e quindi vanno inseriti nel computo dell'IRPEF sotto la voce Altri redditi. Quindi si andrebbe incontro ad una stangata fiscale sotto forma di tassazione del reddito da energia immessa in rete, alla quale si potrebbe invece sfuggire rinunciando agli incentivi del Conto Energia.

Infine, aspetto da non trascurare, è che la pratica per l'accesso alle detrazioni fiscali è sicuramente molto più snella e semplice, dal punto di vista burocratico, rispetto agli adempimenti richiesti per accedere al Quinto Conto Energia.

La risoluzione n. 22/E non pone invece limiti allo Scambio sul posto e ritiro dedicato dell'energia prodotta, quindi la detrazione IRPEF è cumulabile con questo tipo di incentivi.

 

Chi può richiedere la detrazione 50% per pannelli fotovoltaici

 

foto28

 

L'ammontare massimo di spesa per il quale si può beneficiare della detrazione è di 96.000 euro fino al 30 giugno 2013. Successivamente, con il ritorno al 36% di detrazione, il tetto di spesa scenderà di nuovo a 48.000 euro.

Possono accedere alle detrazioni non solo i proprietari dell'immobile interessato, ma tutti coloro che esercitino su di esso un diritto reale di godimento, quindi:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • soci di società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati;
  • imprese familiari, alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

 

Condizione fondamentale, però, è che sia il richiedente a sostenere le spese e che a lui siano intestati bonifici e fatture.
Allo stesso modo possono usufruire delle detrazioni, purché sostengano le spese, anche i familiari conviventi del proprietario dell'immobile.

Per poter avvalersi delle detrazioni il contribuente dovrà conservare:

  • tutte le fatture di acquisto e di installazione dell'impianto e i bonifici di pagamento;
  • tutti i provvedimenti autorizzativi comunali in materia edilizia e urbanistica o l'apposita dichiarazione dell'atto sostitutivo di notorietà del beneficiario.

Richiedi Preventivo

News Video

SOCIAL NETWORK

 
Twitter
 
Facebook
 
Linkedin
 
Skype

CONTATTI

Vega Energia s.r.l.
C.da Rocchi - Condominio P.C.
87036 - Rende (CS)
P.Iva 02921410789

Tel: 0984 837167
Fax: 0984 837167  
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I Nostri Partner